Loading....

Webinar gratuito “La certificazione della parità di genere nel PNRR”

Daxo Group, con il patrocinio di Inclusione Donna e Donne 4.0 e la partecipazione dell’UNI, organizza un webinar per presentare la Prassi di Riferimento UNI per la certificazione della Parità di Genere, prevista dal PNRR, come strumento per misurare, valutare e rendicontare la parità di genere all’interno delle organizzazioni.

La certificazione volontaria consentirà l’adozione e il perseguimento di un sistema di gestione sulla parità di genere con l’obiettivo di promuoverla sul luogo di lavoro attraverso la misurazione e il monitoraggio dei risultati di performance. Per il 2022 sono previsti sgravi fiscali e premialità in sede di gare d’appalto per le aziende certificate.Il webinar proposto ha l’obiettivo di illustrare la UNI/PdR 125:2022 sulla Parità di Genere e presentare il relativo processo di certificazione fornendo indicazioni e chiarimenti circa la sua correlazione con il Rapporto biennale sulla parità di genere, obbligatorio per le aziende con >50 dipendenti.

Programma

17.00 Apertura del webinar – Moderatrice: Gabriella Campanile GM Daxo Group

17.05 Presentazione Daxo Group – Darya Maijdi CEO Daxo Group

17.10 La necessità di una certificazione per il riequilibrio di genere nelle organizzazioni – Sila Mochi Co-Founder Inclusione Donna

17.20 La prassi come strumento di cambiamento culturale – Elena Mocchio Responsabile Innovazione e Sviluppo UNI

17.30 Il Sistema di gestione per la parità di genere e il Rapporto biennale obbligatorio – Beatrice Bettini – Advisor Daxo Group

17.40 Il processo di certificazione UNI/PdR 125:2022 Peter Volk – CEO TUV Thuringen Italia

17.50 Il percorso accompagnamento delle aziende alla certificazione del sistema di gestione per la parità di genere. Gabriella Campanile – GM Daxo Group

18.00 Chiusura lavori

 

La partecipazione è gratuita previa iscrizione entro il 10 maggio. Agli iscritti verrà fornito il link Zoom di accesso al webinar.

Link per l’accesso con Zoom

Misuriamo l’impatto del PNRR sulla parità di genere

Donne protagoniste di una Italia coraggiosa, digitale e inclusiva

L’associazione Donne 4.0 ha lanciato il dieci novembre 2021 l’Osservatorio sul PNRR per misurare il suo impatto sul divario di genere in ambito digitale, presentando 12 indicatori individuati in corrispondenza ai 12 punti del Manifesto Donne 4.0. Questa attività di quantificazione e monitoraggio sta procedendo estendendo la metodologia adottata a tutte le Missioni del PNRR, al fine di misurare concretamente l’impatto del Piano sul divario di genere. 

In vista, dell’appuntamento dell’otto marzo, Donne 4.0 organizza a Roma un nuovo incontro in cui potersi confrontare su questo percorso con rappresentanti del Governo, degli atenei, di fondazioni e di altre associazioni e condividere i prossimi passi. In particolare, nel convegno saranno anche oggetto di approfondimento modelli e strumenti di misurazione, la certificazione di genere, insieme ai risultati del W20 Italy.

Donne e lavoro: una nuova visione dell’impresa femminile

All’interno della rubrica “Donne Protagoniste del futuro” della Community Donne 4.0, Gabriella Campanile e Isabella Ceccarini intervistano Azzurra Rinaldi – esperta in economia di genere.

Azzurra Rinaldi insegna Economia Politica presso l’Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza, dove è anche Direttrice della School of Gender Economics e Presidente del Corso di Laurea in Economia delle Aziende Turistiche. Si occupa di economia di genere, sia nell’ambito della ricerca che attraverso progetti sul campo. Lavora da anni nel settore della cooperazione internazionale, guidando e prendendo parte a progetti di ricerca nell’ambito della formazione e dell’empowerment femminile in paesi quali il Libano o l’India.

È membro della Commissione Cultural Change del W20, del comitato Scientifico di Global Thinking Foundation e di GammaDonna. Partecipa a conferenze nazionali ed internazionali sui temi legati alla parità di genere. Ha pubblicato articoli e libri sui temi del gender gap, dell’economia dei paesi emergenti e dell’economia del turismo con editori nazionali ed internazionali. 

Attivista dei diritti delle donne, si definisce femminista ed ha partecipato attivamente ai movimenti “Giusto mezzo”, ”Dateci Voce” e “Dalla Stessa Parte”.

Back To Top